UN TEATRO PER CRESCERE

Rassegna di Teatro Ragazzi

ORARIO SPETTACOLI: Ore 17.00
BIGLIETTO: INTERO 10 RIDOTTO 8


Gli appuntamenti della rassegna:

Domenica 22 Ottobre

fischietta torna a casa

(1-101 anni) di e con Theano Vavatziani

La pagliaccia Fischietta con la sua valigia attraversa il mondo e quando incontra le persone si presenta e si racconta insieme ai piccoli oggetti raccolti durante il suo viaggio. Comunica subito con un linguaggio corporeo e sonoro, semplice e chiaro. È il suo punto di partenza per una relazione immediata e diretta, dinamica e imprevedibile, per poi forse arrivare a pronunciare qualche parola… in chissà quale lingua?! Fischietta gioca per provocare l’entusiasmo nello stare bene insieme. E non ha fretta di tornare… anche perché ad ogni incontro festoso lei sente già un po’ di quel sapore di casa!

Domenica 26 Novembre

otogi. racconti dal giappone

(8-12 anni) di CreAzione Teatro

Molto lontano da qui, nella terra del sol levante, ancora oggi si raccontano storie incredibili di fantasmi e creature sovrannaturali: animali dalle molte code in grado di trasformarsi in oggetti, teste umane in grado di vivere senza un corpo, donne salici che abbandonano i propri alberi casa, principesse guerriere che incontrano draghi d’acqua... Un viaggio misterioso, magico e divertente nella mitologia di una cultura lontana dalla nostra sia nel tempo che nello spazio, raccontata attraverso il teatro di figura e le sue immagini potenti e coinvolgenti.

Domenica 10 Dicembre

il canto di loki

(6-12 anni) di CreAzione Teatro

Tra le fredde montagne del Nord-Europa esisteva una stirpe di divinità antichissime venerate dagli uomini del nord. Questi dei rispondevano al nome di Asi e i più famosi tra loro erano certamente Odino, padre di tutti gli dei e signore della conoscenza, Thor, Dio del Tuono e Loki, signore di ogni inganno. Questa è la storia di Loki, il racconto del suo arrivo tra gli Asi dalla lontana terra dei giganti di cui è originario e di quanto sia difficile per lui integrarsi in un mondo nuovo. Un viaggio a tratti comico e a tratti emozionante per scoprire come in ogni parte del mondo, in ogni epoca, in ogni mito sia presente la figura del diverso, in perenne ricerca di un po’ di comprensione e di accoglienza.

Domenica 7 Gennaio

tu come lo dici?!

(2-6 anni) di CreAzione Teatro

Cosa significa comunicare? E comprendere? Si parla solo con le parole?

Un telo bianco coinvolge due avventuriere in un sorprendente viaggio alla scoperta della comunicazione tra di loro e con il mondo. E lì che entrano in gioco il corpo, il suono, il segno: esperti equilibristi su un filo invisibile che connette tutti con tutto. 

Nei primi momenti la relazione inizia e si trasforma al di là della parola, e quando le due esploratrici la incontrano lungo il cammino, subito colgono l’occasione per chiedere al pubblico “Tu come lo dici?!”

Domenica 25 Febbraio

non mi ricordo più

(6-12 anni) di CreAzione Teatro

C’è una strana creatura che gira per il mondo non vista, raccogliendo tutto quello che le persone dimenticano. Non solo capelli, sciarpe o libri scordati su una panchina, ma anche nomi, ricordi di volti, strofe di musica, momenti felici e infelici. Se li porta dietro con un carretto come un fossero un piccolo tesoro. E se per un giorno tutti potessero vederlo? Se potessero ascoltare le sue storie dimenticate e i racconti di vite perdute?

Domenica 17 Marzo

gomitoli

(11-14 anni) di CreAzione Teatro

Il palco è una scatola nera e buia, quando si accende una luce, non si riempie, ma si rivela. Nella scatola, che può essere una stanza, un monolocale o la mente di ognuno di noi, si parla di scelte. Dalle più facili alle più complesse. Dalle scelte che facciamo a quelle obbligate. Scegliere determina chi siamo, dà valore alla nostra persona, ci definisce: in poche parole, ci dà identità. Sesso biologico, identità di genere e orientamento sessuale sono i tre fili che si intrecciano dentro la scatola nera assieme a mille altri fili: amore, amicizia, teatro, gioco, lavoro, fame, moda, musica, giudizio, famiglia...

Domenica 7 Aprile

olga

(6-12 anni) prod. CreAzione Teatro, di e con Ilaria Weiss

"Olga - Storia della foglia che viveva in un baule"  è la storia di una rivendicazione del diritto alla fragilità, ad aver paura anche quando siamo forti, a poter essere guerriere e guerrieri senza doverci armare di corazza. Olga è un'adolescente che decide di cercarsi e perdersi. Il progetto vuole provare a dar voce a quell ’urlo sussurrato dalle/dagli adolescenti di oggi che rifiutano il modello preconfezionato della perfezione, e affonda le radici nella necessità di ritrovare una parentesi di stupore ed emozione.

VUOI PRENOTARE SUBITO?

Scrivi a info@spaziobinario.it

Oppure chiama: 351 7505410 (anche su whatsapp!)

Prenota online

Rassegna di Teatro Ragazzi

ORARIO SPETTACOLI: Ore 17.30
BIGLIETTO: 10 Euro Fisso


Gli spettacoli della rassegna di teatro ragazzi sono a cura di Compagnia Teatrale CreAzione e gli appuntamenti sono:

§  Domenica 22 Ottobre “Fischietta torna a casa” (dai 3 anni in su)       


Sono tanti anni che Fischietta sta tornando a casa e intanto viaggia e incontra persone e luoghi nuovi. Non ha una storia da raccontare e neanche un’abilità incredibile da mostrare. Le piace inventare delle piccole scuse per poter comunicare in modo diretto, essenziale e straordinario. Mette a disposizione tutto quello che la sua valigia contiene. Lo spazio vuoto diventa il suo campo da gioco e il ponte con cui raggiunge il pubblico.
Lo spettatore si sorprende con il suo coinvolgimento e restituisce allo spettacolo il suo carattere festoso.


§  Domenica 26 Novembre “Otogi. Racconti dal Giappone” (8-12 anni)


Molto lontano da qui, nella terra del sol levante, ancora oggi si raccontano storie incredibili di fantasmi e creature sovrannaturali: animali dalle molte code in grado di trasformarsi in oggetti, teste umane in grado di vivere senza un corpo, donne salici che abbandonano i propri alberi casa, principesse guerriere che incontrano draghi d’acqua... Un viaggio misterioso, magico e divertente nella mitologia di una cultura lontana dalla nostra sia nel tempo che nello spazio, raccontata attraverso il teatro di figura e le sue immagini potenti e coinvolgenti.


§  Domenica 10 Dicembre “Il canto di Loki" (6-12 anni)        

Tra le fredde montagne del Nord-Europa esisteva una stirpe di divinità antichissime venerate dagli uomini del nord. Questi dei rispondevano al nome di Asi e i più famosi tra loro erano certamente Odino, padre di tutti gli dei e signore della conoscenza, Thor, Dio del Tuono e Loki, signore di ogni inganno. Questa è la storia di Loki, il racconto del suo arrivo tra gli Asi dalla lontana terra dei giganti di cui è originario e di quanto sia difficile per lui integrarsi in un mondo nuovo. Il mito norreno ci racconta la sua modernità parlando di accettazione, accoglienza e dialogo ma anche di rifiuto e paura per chi è diverso e arriva da lontano. Un viaggio a tratti comico e a tratti emozionante per scoprire come in ogni parte del mondo, in ogni epoca, in ogni mito sia presente la figura del diverso, in perenne ricerca di un po’ di comprensione e di accoglienza.


§  Domenica 7 Gennaio “Tu come lo dici??!” (2-6 anni) 


Cosa significa comunicare? E comprendere? Si parla solo con le parole?

Un telo bianco coinvolge due avventuriere in un sorprendente viaggio alla scoperta della comunicazione tra di loro e con il mondo. E lì che entrano in gioco il corpo, il suono, il segno: esperti equilibristi su un filo invisibile che connette tutti con tutto. Nei primi momenti la relazione inizia e si trasforma al di là della parola, e quando le due esploratrici la incontrano lungo il cammino, subito colgono l’occasione per chiedere al pubblico “Tu come lo dici?!”     


       §  Domenica 25 Febbraio “Non mi ricordo più” (6-12 anni) 

C’è una strana creatura che gira per il mondo non vista, raccogliendo tutto quello che le persone dimenticano. Non solo capelli, sciarpe o libri scordati su una panchina, ma anche nomi, ricordi di volti, strofe di musica, momenti felici e infelici. Se li porta dietro con un carretto come un fossero un piccolo tesoro. E se per un giorno tutti potessero vederlo? Se potessero ascoltare le sue storie dimenticate e i racconti di vite perdute?


       §  Domenica 17 MarzoGomitoli” (11-14 anni) 

Il palco è una scatola nera e buia, quando si accende una luce, non si riempie, ma si rivela. Nella scatola, che può essere una stanza, un monolocale o la mente di ognuno di noi, si parla di scelte. Dalle più facili alle più complesse. Dalle scelte che facciamo a quelle obbligate. Scegliere determina chi siamo, dà valore alla nostra persona, ci definisce: in poche parole, ci dà identità. Sesso biologico, identità di genere e orientamento sessuale sono i tre fili che si intrecciano dentro la scatola nera assieme a mille altri fili: amore, amicizia, teatro, gioco, lavoro, fame, moda, musica, giudizio, famiglia...


       §  Domenica 7 AprileOlga” (6-12 anni) 

"Olga- Storia della foglia che viveva in un baule"  è la storia di una rivendicazione del diritto alla fragilità, ad aver paura anche quando siamo forti, a poter essere guerriere e guerrieri senza doverci armare di corazza. Olga è un'adolescente che decide di cercarsi e perdersi. Il progetto vuole provare a dar voce a quell ’urlo sussurrato dalle/dagli adolescenti di oggi che rifiutano il modello preconfezionato della perfezione, e affonda le radici nella necessità di ritrovare una parentesi di stupore ed emozione